giovedì 3 luglio 2008

Diario di un cuoco

Ormai l'aria di vacanza soffia sempre più forte, almeno nella mia testa, ed ecco quindi un libro che porterò sicuramente con me nella borsa del mare o del lago (quest'anno non si parte, ma un pò di sano ozio sulla spiaggia di Ostia o sulla riva del lago di Martignano non me lo toglie nessuno!).

Diario di un cuoco, scritto da Pietro Leeman il famoso chef vegetariano, è un libro delicato e piacevole, proprio come lui. Un libro che ispira serenità e voglia di avventurarsi in un mondo privo di crudeltà.

In questo mio periodo di tentativi di abbandonare definitivamente le tentazioni della carne (intendo proprio quella che si mangia!!) sfogliare questo testo mi ha dato una spinta in più a riprovarci, leggendo con gusto e curiosità i ricordi e gli appunti familiari di uno chef superbo e di un uomo raro.

Bellissime le ricette proposte, tutte facilmente riproducibili a casa e senza attrezzature particolari. Un libro, quindi, di appunti e ricette casalinghe. Una raccolta di ricette ad uso e consumo, che ci svela il mondo privato della tavolad i casa Leeman.

3 commenti:

sandra ha detto...

Idem!!
Il libro é molto bello e fa riflettere.. quanto cibo a disposizione, eliminando la carne!
buon week end cara
;-**

Ciboulette ha detto...

mi hai incuriosito su questo libro...
a me dell'essere vegetariani non fa paura eliminare la carne "evidente", come la fettina, l'arrosto, ecc, ma quella che non si vede, il doversi preoccupare ogni volta se in una tartina o in una torta salata c'e' un'ombra di prosciutto.....ho il terrore delle intolleranze alimentari proprio per questo....cmq rispetto tantissimo chi fa questa scelta, e in bocca al lupo a te che ci vuoi provare!

Gunther K.Fuchs ha detto...

lo consoco sono stato spesso a mangiare da lui è veramente un tipo originale e interessante lo consiglio anche io