martedì 8 luglio 2008

Insalata tiepida di cous cous

Ieri sera avevo voglia di cucinare (ma non troppo), avevo voglia di mangiare sano e leggero (ma non troppo), ed avevo voglia di sapori estivi (ma non di piatti freddi di frigo), ecco allora che ho rovistato in frigo ed in dispensa ed ho realizzato questa iperveloce insalata di cous cous, ottima così come era, tiepida, per la cena, e buonissima oggi più fredda per la mia pausa pranzo in ufficio!



ingredienti:

  • 500 gr di cous cous integrale (io uso quello del commercio equo e solidale perché a mio avviso è strepitoso)
  • 200 gr di pomodorino secchi sott'olio (ovviamente ben sgoccillati e talgiati al coltello)
  • 1 scatola di ceci precotti
  • 5 zucchine romanesche fresche e croccanti
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • buccia e succo di 1 limone non trattato
  • olio extravergine di oliva
  • miscela di spezie per cous cous
  • sale

Tradizione vuole che il cous cous non dovrebbe toccare acqua, ma essere quindi cotto a vapore nella couscousiera. Io però non ho la pentola adatta, e (cosa ben più grave) non avevo voglia di ingegnarmi a trovare una soluzione alternativa, quindi ho cotto il cous cous in modo barbaro: ho scaldato dell'acqua, filtrata con la mitica brocca Britta, e l'ho versata bella bollente in una ciotola in coccio in cui avevo versato il mio cous cous integrale. Le porzioni che ho dato sono notevoli, anche in virtù del fatto che in cottura in cous cous triplica il suo peso ed il suo volume, ma questo piatto si può mangiare anche per un paio di giorni, conservandolo in frigo o a temperatura ambiente, quindi vale la pena farne un pò di più, visto che si devono cmq accendere i fuochi con questo caldo. L'acqua non va messa tutta insieme, altrimenti si richia di fare una specie di minestrina, ma si deve aggiungere man mano che viene assorbita. Si aggiunge poi dell'olio extravergine di oliva ed una presa di sale e si rimesta per bene, sgranando il cous cous, e girandolo spesso mentre lui si cuoce con il calore dell'acqua.

Nel frattempo, si trita lo scalogno, si tagliano a dadini le zucchine e si fa saltare il tutto in padella antiaderente per un paio di minuti. Si aggiungono poi i ceci in scatola precotti, si mescola il tutto, si aggiunge mezzo bicchiere di acqua e si fa cuocere per 5 minuti. Si spegne il fuoco, e si aggiunge il mix di spezie (io le spezie non le metto mai a fuoco acceso perché si rischia che diventino amare). Si mescola e si lasciano freddare un pò le verdure.

Nel frattempo in un altro padellino antiaderente si fanno tostare per 1 minuto i semi di sesamo e di papavero.

Quando è tutto pronto, si unisco tutti gli ingredienti (compresi i pomodori secchi rinvenuti in olio) si aggiungono il succo e la buccia di un limone, ancora un pò di olio extravergine di oliva, si aggiusta di sale e l'insalata tiepida di cous cous è pronta per essere mangiata!

2 commenti:

salsadisapa ha detto...

ah... se viene bene cotto così allora ci provo anch'io! finora ho sempre comprato il couscous precotto (quello secco ma che "cuoce" in 5 minuti) perché pensavo che non fosse possibile farlo senza couscoussiera!
ciao :-))

cuoca compulsiva ha detto...

@salsadirapa: il couscous che si trova normalmente in vendita è sempre precotto. si può cuocere direttamente in pentola, spegnendo cmq subito il fuoco (ma così io mi trovo in imbarazzo sul liquido per la cottura, acqua o brodo che sia), oppure metterlo a secco in una ciotola e farlo cuocere versandoci sopra acqua o borodo bollenti un pò alla volta. Per le insalate, che richiedono dei chicci leggermente più secchi, e cmq più granati, io preferisco sempre la seconda ipotesi.