mercoledì 5 gennaio 2011

A ZIGO ZAGO TRA I PALI

Riflessioni in libertà di una neomamma alle prese con lo sbando della Capitale

La nostra giornata tipo inizia alle 05.15 per mio marito, che santo uomo mi prepara ogni giorno caffè e colazione, alle 05.30 per me, che mi tuffo subito in bagno (sfruttando appunto il santo di cui sopra che mi fa trovare la pappa pronta) ed alle 06.15 per Federico che contro la sua volontà viene svegliato, pulito, vestito, nutrito e messo fuori di casa, insieme a me, per prendere la metro delle 07.00 (al più tardi, altrimenti il passeggino non entra nei vagoni causa folla umana).

Se va tutto bene, e gli imprevisti possono essere molti, a partire dall'ascensore fuori uso per accedere alla metro, arriviamo alla fermata dei Monti Tiburtini in circa mezz'ora, e da lì percorriamo mezzo chilometro a piedi fino a casa della nonna.

La prima volta che ho percorso quella strada insieme a Federico ed alla sua carrozzina, ho realizzato una bizzaria di quel percorso, che ancora oggi, a distanza di nove mesi, non mi dà pace. Sul marciapiede accanto alla fermata della metropolitana infatti sono piantati numerosi paletti, per la pubblicità e per la segnaletica stradale, ma la cosa particolare è che non sono stati messi tutti alla stessa distanza dal limite del marciapiede, come avrebbe dettato il buonsenso, ma ognuno ha una sua posizione (ben diversa dal paletto che lo precede, ed ancora diversa da quello che lo segue). Così che percorrendo quel tratto con un passeggino si è costretti a fare lo slalom tra i pali, proprio come all'esame della patente A.


Ho fatto quel percorso per anni, e non lo avevo mai notato, ma camminare per le strade di Roma con un passeggino, ti apre nuove prospettive!

1 commento:

kemikonti ha detto...

Buonasera!
Ti lascio un invito:
Ciao!
Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne.
Trovi tutte le info qui e qui. Vieni a leggere, grazie! Un saluto Kemi