domenica 4 novembre 2007

Salame di cioccolato




Devo confessare che questa è una ricetta di lavoro... nel senso che sto preparando una nuova trasmissione che si intitola "Cioccolato che passione!" ed ovviamente a furia di studiare le proprietà del cioccolato, di sfogliare libri di cucina e scegliere ricette... non potevo che ritentare anche nella mia cucina la più semplice, eppure golosa, delle ricette: il salame di cioccolato.




Questa è la mia ricetta per fare un salame medio, per circa 8-9 fettine di bontà!




Per questo dolce dovrete calcolare 15 minuti di preparazione e 7 ore per raffreddarlo.
gli ingredienti: 125 r di cioccolato fondente, 50 g di burro, 150 g di nocciole pestate grossolanamente, 12 biscotti burrosi e frantumati, 2 cucchiai di zucchero di canna, 2 o 3 cucchiai di zucchero a velo.

Fate sciogliere il burro e il cioccolato a bagnomaria. Togliete dal fuoco e aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate bene (è importantissimo aggiungere lo zucchero a fuoco ormai spento). Lasciate raffreddare un pò nel frigorifero. Quando il composto non si attaccherà più alle mani, arrotolatelo a forma di salame. Fate raffreddare almeno 7 ore. Toglietelo poco prima di servirlo, passate il salame nello zucchero a velo e presentatelo intero su un tagliere da salumi con solo un paio di fettine già tagliate.

11 commenti:

sandra ha detto...

delizioso!! Lo adoro,sai??? ;-)))

MIKY ha detto...

mmmm... che buono!!! bel blog, complimenti!!! ci torno prestoooo

Alex e Mari ha detto...

Per me il salame di cioccolato è un ricordo d'infanzia! Non mancava mai alle feste di compleanno di noi bimbi! È una vita che non lo mangio. Buona giornata, Alex

Aiuolik ha detto...

Anche a me, come ad Alex, ricorda l'infanzia e anche io sono secoli che non lo mangio...mi hai fatto venire voglia...è rimasta una fettina per me?

Ciao,
Aiuolik

Anonimo ha detto...

Vanessa: W il cioccolato e i suoi derivati!!! Unica domanda: è indifferente la percentuale di cacao indicata sulla tavoletta? Ovverosia è meglio il fondente al 40%, al 50%, al 60%? Presumo, solo che non debba essere troppo amaro?

cuoca compulsiva ha detto...

per tutti: wow che accoglienza... mi fa molto piacere!!! davvero tanto!!

per vanessa: io ho usato un 70%, però a me piace il fondente puro, arrivo a mangiare anche quello al 99%, non è detto che tutti condividano il mio gusto. al posto tuo proverei un 50% o al max un 60%.

Imma ha detto...

Se ci aggiungi un pizzico di pepe di cayenne, diventa un dessert per adulti!!!!

cuoca compulsiva ha detto...

per imma: proverò il pepe quanto prima... mi hai fatto venire in mente delle praline di pepe rosa ricoperte di cioccolata gianduia che mangiai a Trento... una delle cose più goduriose del mondo!!

comidademama ha detto...

Praline di pepe rosa ricoperta la gianduia a Trento? Posso chiederti dove esattamente? Ho vissuto a Trento due anni e ci ritornerò in Agosto per rimanerci, credo, per un bel po' e dato che ho continuato a spiegare ai miei amici trentini quanto è buona e di ottima qualità il cioccolato e i cioccolatini fatti a Torino mi sembra onesto che provi (che sforzo estremo!) e che renda onore al merito.


Il salame al cioccolato mi ricorda la mia infanzia. Da piccolo rischiavi di rimanre stordito da qualche versione fatta da qualche nonna insensibile al binomio bambini-alcolici, con una lacrima in più di rum
ciao comidademama

cuoca compulsiva ha detto...

Per Comidademama, a Trento le ho gustate alla "Casa del caffè" una torrefazione in centro... se non ricordo male a Via di San Pietro, davanti all'omonima chiesa. Fanno il cioccolato caldo, da mangiare, denso, con mille cose buone dentro, tra cui queste palline di pepe rosa ricoperte di cioccolato gianduia. credo di avere il numero del negozio nella rubrica del lavoro, se ti occorre.

comidademama ha detto...

No, no, non ti preoccupare, so dov'è, vado ogni tanto a prendere il caffè, a volte anche del té, ma non mai preso cioccolato. Grazie mille, appena torno a Trento andrò.